Elisa Silvatici afferma che... (Speciale Paesaggi - Rivista BOE - Anno 2009')
La sua "ars" pittorica esplicita il profondo legame con le proprie radici in un percorso emozionale in cui si celebra Taranto, città bimare, con i suoi vicoli, le sue postierle e gli scorci più suggestivi del borgo antico, le marine con le barche, i pescatori, quella gente di mare scolpita nella loro fisicità con abili pennellate incisive, per diventare "corpus" dei suoi dipinti. Una parte di umanità che vive in simbiosi con il mare e che è celebrata nella sua arte visiva con un realismo vibrante di spontaneità... I suoi cromatismi nella loro luminosità celebrano i colori della sua Taranto e l'azzurro del suo mare in cui si rispecchia il cielo ma anche quei colori cupi, per rappresentare un mare procelloso, in cui navigano tanti ulissiadi...
Puglicità - aumenta la tua visibilità sul web